Tales from the Echobox 004

Racconti dall'Echobox 004

echobox
Music
Racconti dall'Echobox 004

Lanciato nel 2021, Echobox ha aperto un percorso per la radio comunitaria mostrando i diversi personaggi e concetti che la circondano. In questa funzione esamineremo alcune delle trasmissioni su cui puoi sintonizzarti, quindi tieniti bloccato e non toccare quel quadrante.

Non raccontato - Malika e Tida

Chi sei e cosa fai?


Malika: Sono impegnata a dirigere documentari e ad iniziare una scuola di cinema l'anno prossimo. Inoltre, svolgo alcuni panel e interviste e durante il fine settimana puoi trovarmi come host al Garage Noord. A parte questo, cerco di fare quante più cose creative possibile. Attualmente sto lavorando a un progetto con Bonne Suits; questo progetto in realtà è nato attraverso uno dei nostri episodi UNTOLD, quindi rimanete sintonizzati per quello!

Tida: Attualmente sono una studentessa di moda al terzo anno, il che è davvero divertente, ma sono felice di dire che è quasi finita! Inoltre, puoi trovarmi dietro la consolle nei fine settimana. Realizza qualsiasi cosa tra afro, hip-hop o R&B. Oltre a ciò, aiuto diversi marchi nella gestione del loro gioco sui social media.

Puoi dirci cosa ha ispirato il concetto di 'UNTOLD'?

Tida & Malika: Il concetto di UNTOLD è fondamentalmente cercare le storie delle persone che tu e noi non abbiamo mai sentito prima; questo può variare da una storia molto casuale come la storia del collezionista di francobolli Willem van der Bijl a toccare argomenti sociali come l'episodio con Kanea, in cui hanno parlato del loro viaggio non binario. Durante il processo di realizzazione dello spettacolo, abbiamo scoperto che ognuno di noi ha una storia "non raccontata" che alimenta costantemente la nostra curiosità infantile. Con alcuni ospiti andiamo alla ricerca di una certa storia e attraverso le conversazioni con loro finiamo per trovarne un'altra "non raccontata".

Malika: Per quanto mi riguarda, sono abbastanza abituato a intervistare volti più familiari, con il mio altro programma EB CREAM e i documentari a cui lavoro. Quindi UNTOLD sembra un'esperienza davvero liberatoria, alla ricerca dell'ignoto. Il processo di raccontare storie nascoste è un'esperienza molto soddisfacente ed emozionante in cui ci (ri)connettiamo costantemente con il nostro ambiente. Quando stavamo riflettendo su cosa volevamo fare, questo era il nostro obiettivo. Connettersi rompendo il silenzio delle cose "non raccontate".

Tida e Malika: Abbiamo iniziato come due migliori amiche che volevano soddisfare la nostra costante curiosità per il mondo che ci circonda. Ora non solo siamo migliori amici, ma con ogni episodio cresciamo l'uno con l'altro come intervistatori e co-conduttori. Questa curva di apprendimento è molto interessante per noi, impariamo di più gli uni dagli altri. Pensiamo che il rapporto totale e confortevole che abbiamo si irradi verso i nostri ospiti, creando uno spazio sicuro in cui i nostri ospiti si sentono davvero a proprio agio nel parlare liberamente.

Qual è il processo per trovare i tuoi ospiti?


Tida & Malika: Insomma diremmo che varia davvero tanto. Abbiamo scoperto che la cosa più importante è tenere gli occhi e le orecchie davvero aperti: in questo modo saremo in grado di cogliere il “non detto” ovunque andiamo. Ci sono tre principali "entrate" di risorse, ahah. La prima riguarda le storie in cui ci imbattiamo, ad esempio, potremmo trovarci in un bar, entrare in una conversazione casuale con uno sconosciuto e finire per chiedere i suoi contatti perché pensiamo che abbiano una storia da raccontare. Poiché siamo naturalmente in modalità intervista per la maggior parte del tempo, questo accade spesso. Il secondo modo in cui veniamo a conoscenza di nuove storie è attraverso vaghe indicazioni dei nostri amici. Ad esempio, la migliore amica di Malika le ha parlato di questo collezionista di francobolli che era rinchiuso in Corea del Nord, poi siamo andati in modalità ricerca e bam: è nata un'altra storia. Il terzo modo è attraverso le conversazioni che abbiamo tra noi, ogni volta che ci sediamo per fare un brainstorming per un episodio successivo abbiamo entrambi sempre argomenti di cui siamo curiosi. Poi iniziamo a parlare degli argomenti, principalmente facendo domande ad alta voce e filosofando finché uno di noi non dice "Oh merda, potrei conoscere qualcuno che può parlarci di..." La cosa divertente del processo è che alla fine ci ritroviamo sempre con un sacco di idee, ogni volta che facciamo un brainstorming siamo un po' più entusiasti del mondo in cui viviamo, sapendo che c'è così tanto da scoprire.

Lo spettacolo dei sogni di Donnie - Tienson

Puoi presentarti e dirci cosa fai quando non sei in Echobox?

Ciao, mi chiamo Tienson. Ho quasi 30 anni e ho vissuto tutti questi anni ad Amsterdam. I miei giorni preferiti in cui non sono a Echobox sono quelli in cui faccio sport la mattina prima di andare in modalità lavoro. Dopodiché incontro i membri della mia band dei Jungle by Night. Inizio preparando una grande tazza di caffè per tutti e poi facciamo due ore di lavoro d'ufficio insieme e creiamo nuove idee per il futuro, assicurandoci che tutto intorno e nella band funzioni nel migliore dei modi. Dopodiché entriamo direttamente nel processo creativo, lavorando sul nostro live set e creando nuove canzoni per l'ultimo disco in uscita.

Poi vado in bici al Nieuw Markt, mangio un affogato a Tofani e dimentico facilmente il tempo guardando tutti quelli che passano. Per quanto riguarda il tempo, sono a metà giornata ormai e spesso vado a fare una siesta dopo un pranzo caldo (adoro cucinarmi un piatto). Dopodiché esco, incontro i miei amici, faccio un salto nei negozi di dischi e vado a farmi una nuotata. Adoro dimenticare il tempo. Questo succede sempre anche a me quando inizio a giocare con il mio ENS e i miei due giradischi ballando da solo mentre frugo la mia collezione di dischi. Oltre a suonare in una band, amo fare il DJ nei club e nei festival.

Puoi dirci qualcosa di più sul tuo spettacolo 'Donnie's Dream Show'?

Il mio spettacolo è incentrato sulla creazione delle mie situazioni da sogno preferite. Incontrare persone che non puoi scegliere in anticipo e condividere uno spazio in cui possono succedere cose. A Echobox condividiamo lo studio e invito due ospiti a improvvisare con i loro strumenti. Quindi queste due persone a volte non si conoscono, il che porta un'interessante atmosfera fresca allo show. Mi piace quando si incontrano durante lo spettacolo connettendosi per lo più senza aver parlato molto. La musica parla ed è un ottimo modo per iniziare la giornata.

Cosa significa per te la radio comunitaria?

Avere una piattaforma per lavorare al mio programma radiofonico e condividere questa stazione con centinaia di altri produttori radiofonici. E, cosa più importante, avere la libertà di sperimentare un concetto per uno spettacolo. Ascoltare programmi radiofonici può essere il mio carburante per il resto della giornata. Mi piace quando le persone parlano durante il loro spettacolo, dando all'ascoltatore più contesto su ciò che stanno ascoltando.

Se i limiti dello studio non fossero un problema, chi sarebbe il tuo ospite ideale?


Difficile scegliere, ma di recente ho visto Patti Smith a Parigi e mi ha lasciato a bocca aperta. Vorrei invitare Patti Smith a fare freestyle con la sua poesia sul letto di una grande orchestra di 10 elementi per bambini, improvvisando insieme.

Qual è stato l'ultimo sogno che hai fatto?

Mi stavo allenando con la prima squadra dell'Ajax al “Toekomst” e mi sono divertito molto. Davvero strano, perché sono un pessimo giocatore di football. Probabilmente l'ho sognato perché guardavo troppe cose di calcio legate a YouTube.

Genesi - Abile

Oltre ad essere un produttore di radio presso Echobox, sei anche un membro del team Echobox. Puoi raccontarci qualcosa di più su di te e su come sei stato coinvolto con EB?

Abel, 25 anni, nato e cresciuto ad Amsterdam, in realtà nel centro della città. Un ambiente frenetico e frenetico! Ho lavorato con l'agenzia e piattaforma creativa Bureau Punt per quattro anni, poi mi sono trasferito all'Appelsap Festival e ho incontrato molte persone del settore, incluso il Mo of Mo Manager. Ora sono all'ultimo anno di studi di Arte ed Economia a Utrecht e come parte del mio studio ho dovuto scegliere uno stage, quindi mi sono unito a Mo Management mentre stava avviando Echobox insieme a Chalice, Rachella e Lorenzo. Quindi faccio ancora parte del team EB!

Puoi raccontarci un po’ da dove nasce il tuo amore per l’hip hop?

Mio padre ascoltava un sacco di Warren G e musica vecchia scuola della West Coast - Snoop Dog, Tupac - Non l'ho mai ascoltato veramente quando ero giovane ma poi al liceo, mio ​​padre mi ha chiesto di mettere insieme una playlist di una festa stava lanciando. Quindi mi ha regalato 250 canzoni rap e ho dovuto curarle per questa festa di compleanno. Quindi ho ascoltato queste 250 canzoni rap e sento che forse mi ha preparato in un certo senso, come se sapesse che mi sarebbe piaciuto e mi ha dato la spinta di cui avevo bisogno per innamorarmene.

In che modo la radio online ha influenzato te e il tuo rapporto con la musica?

Ho iniziato ad uscire da giovanissimo ed è lì che mi sono innamorato delle serate in discoteca e della musica hip hop; Ho iniziato a lavorare per feste hip hop quando avevo 18 anni e in una di queste c'era uno show radiofonico: BBQ Radio on Red Light. Ed è stato allora che ho visto per la prima volta in prima persona la radio su Internet e la gioia che deriva dal fare quegli spettacoli. È stato proprio scoprendo Red Light Radio che mi si è aperto un mondo completamente nuovo di musica e spettacoli hip hop: BBQ Radio, Appelsap Radio, Patta Soundsystem e Dijkies Classic Hip Hop show.

Da dove viene il nome Genesi?

Il nome deriva dalla prima traccia del classico album Illmatic di Nas. Ma mi piace anche il fatto che sia un vecchio mondo di altri tempi - proprio come molti hip hop campionano brani più vecchi e danno loro nuova vita, io gli sto dando una nuova sensazione.

Quindi cosa possiamo aspettarci di sentire su Genesis e come selezioni le tue tracce?

Quindi è hip hop classico ma non solo rap dell'epoca d'oro degli anni '90; ci sono anche nuove uscite ma ogni canzone si adatta al classico stile hip hop. Il mio scavare nelle casse è un po' divertente... normalmente inizio guardando video di skate con sotto canzoni rap. Da lì ho pensato 'Ah, che carino...' o 'Ah, me ne ero dimenticato!'. Mi piace molto questo processo. Ascoltando la musica in un altro ambiente, come un video di skate, dici "Oh, è lì che appartiene!". Spero che il modo in cui seleziono le canzoni per la radio dia anche un'altra dimensione alle canzoni in modo simile... tipo dove le stai ascoltando? Qual è il tuo ambiente? Ciò dà un altro elemento alla musica.

Quale sarebbe l’ambiente ideale per ascoltare il tuo programma?

Nella mia testa mentre vado sullo skateboard, o in macchina con gli amici mentre vado a una partita di calcio perché è sabato mattina. O svegliarsi, magari con i postumi di una sbornia - perché inizio ogni spettacolo in modo un po' facile e poi lo sviluppo, così spero che calmerà i postumi di una sbornia all'inizio e poi ti lascerà pieno di energia!

Sintonizzarsi Ecobox - trasmissioni dal livello del mare ogni settimana, dal giovedì alla domenica.